Tessuti: estetica e resistenza
Super User
Visite: 874

La maggior parte degli imbottiti prevede rivestimenti sfoderabili. Se si tratta di cotone, lino o altre fibre naturali, assicurarsi che sia stato preventivamente bagnato. In caso contrario, rischierebbe di ritirarsi al primo lavaggio, con la conseguenza di non riuscire più a rifoderarlo se non comprimendo eccessivamente i cuscini. La qualità è data dal tipo di filati e dalla compattezza della tessitura, da cui dipende la resistenza all’usura. Proprietà tecnica che spesso, però, non va d’accordo con la raffinatezza e la preziosità dei filati, caratteristica prettamente estetica e “tattile”.

Qualità provata

Le maggiori aziende sottopongono i tessuti a test tecnici internazionali. Uno di questi è il “metodo di Martindale”, che analizza resistenza alla abrasione, il pilling (cioè la formazione di “pallini”), i cambiamenti di colore e la perdita di peso. l Il primo test, per esempio, sottopone il tessuto a cicli preimpostati di sfregamento sotto una determinata pressione e termina quando si verifica la rottura dei primi due fili dell’armatura del tessuto. Il livello è considerato alto dopo 15.000 giri.

Le categorie

Quando si sceglie il divano, i tessuti proposti nel campionario vengono spesso classificati con un numero o una lettera: non esiste una regola precisa, perché ogni azienda adotta una sua scala, che serve a raggruppare i rivestimenti in ordine crescente o decrescente di prezzo.

Leave your comments

Comments

  • Guest (James Bernard)

    Thanks for such amazing event really at the world-class equestrian location.

    0 Short URL:
  • Guest (Bill Brown)

    The collection of paintings was fantastic. And we also seized the opportunity for a great riding experience!

    0 Short URL: